Giovedì, 01 Agosto 2013 00:00

Stamina, pronta la consegna del protocollo Vannoni: 'Rispettiamo l'impegno preso'

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Per il presidente di Stamina Foundation si tratta di un "atto di fiducia nel governo"; poi l'appello al ministro della Salute Beatrice Lorenzin: "Riconsideri le richieste avanzate"

10:54 - "Oggi, rispettando la data stabilita, consegneremo il protocollo del metodo Stamina standardizzato all'Istituto Superiore di Sanità". Lo ha annunciato il presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni, sottolineando che si tratta di "un atto di fiducia verso il governo". "Auspico - ha poi aggiunto - che il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, riconsideri le nostre richieste".
"Ci siamo presi un impegno - ha spiegato Vannoni - e riteniamo corretto mantenerlo, anche se penso che nessuno al mondo avrebbe consegnato il Protocollo di un metodo a fronte delle condizioni di poca trasparenza poste dal ministero. Il nostro è un atto di fiducia verso il governo e di responsabilità verso i malati".

Vannoni ha quindi espresso un auspicio: "Spero ci sia una contro-risposta altrettanto aperta e all'insegna del dialogo da parte del ministro della Salute, e l'auspicio è che il ministro, a questo proposito, riconsideri le richieste avanzate da Stamina ed alle quali si è data una risposta negativa". In particolare, ha spiegato il presidente di Stamina Foundation e ideatore del metodo - che aveva messo in forse la consegna del protocollo all'Iss il primo agosto, come previsto, proprio a seguito delle chiusure da parte del ministero - "ribadiamo l'importanza delle nostre richieste: che venga prevista la presenza di una CRO, ovvero un'organizzazione internazionale di ricerca a contratto che monitori come soggetto super partes la sperimentazione, e che un esperto da noi indicato partecipi al Comitato scientifico che presiederà alla sperimentazione stessa".

Una terza richiesta è stata ribadita da Vannoni: "E' fondamentale dare inoltre una soluzione al problema dei malati in lista di attesa agli Spedali Civili di Brescia per ricevere le infusioni di cellule staminali col metodo Stamina. Ciò sarebbe possibile - afferma - abilitando un secondo ospedale alla somministrazione del metodo. Nell'attesa, non si possono lasciare i malati morire, e solo l'altro ieri - ha detto Vannoni - un altro bambino è deceduto mentre era in attesa dell'avvio delle infusioni".

Link: www.tgcom24.mediaset.it

01 Agosto 2013

Letto 2781 volte Ultima modifica il Venerdì, 03 Giugno 2016 09:17

CHI SIAMO

logo default

Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili

Codice fiscale: 03953480377

RESTIAMO IN CONTATTO

FacebookLinkedinInstagramYouTube

NEWSLETTER