Stampa questa pagina
Mercoledì, 16 Ottobre 2013 00:00

Video Iene: gli esperti della commissione bocciano il metodo

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Anche ieri Giulio Golia, nella puntata de “Le Iene”, è tornato a occuparsi della vicenda Stamina. Questa volta è andato a intervistare i membri della commissione scientifica che lo scorso 10 ottobre hanno definitivamente bocciato la metodica inventata dal prof. Vannoni.

Durante la conferenza stampa indetta dal Ministero della Salute Golia ha inutilmente provato a chiedere al Ministro se prima del No avessero almeno visitato i pazienti in cura a Brescia, ma come sempre la Lorenzin ha evitato di rispondere, motivando che quello non era uno show televisivo ma una conferenza. Anche quando ha provato a seguirla dopo la fine degli interventi l’inviato de Le iene ha avuto solo porte sbattute in faccia.
Non soddisfatto si è allora recato a chiedere spiegazioni al dr. Oleari, Presidente del comitato scientifico e dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha dichiarato di non essersi mai espresso negativamente su Stamina e che stanno valutando le cartelle cliniche di chi è in cura.
È stata poi la volta del prof. Stefano Di Donato, l’esperto clinico della commissione, quello che dovrebbe conoscere le patologie meglio di chiunque altro, poiché era preposto a valutare eventuali benefici della metodica. Il dottore non solo non sapeva la patologia della piccola Celeste, ma ha affermato che se la bimba ha già 3 anni allora non può essere affetta da SMA 1, perché gli studi dicono che gli SMA 1 muoiono dopo 2 anni di vita, anche se ventilati e nutriti con “il coso allo stomaco” (parole testuali di Di Donato).
Per fortuna, allora, i nostri splendidi bimbi, Celeste, Sebastian, Desirèe e Gioele a dispetto della diagnosi non hanno la SMA 1, altrimenti non avremmo potuto godere dei loro splendidi sorrisi.
Dopo il momento di inevitabile ilarità, finalmente, un ricercatore di fama internazionale, il dr. Camillo Ricordi, dell’Università di Miami, vero esperto di staminali, ha affermato che, a volte, quando una scoperta è rivoluzionaria, nemmeno gli scienziati sanno spiegare perché una cura funzioni e il solo modo di scoprirlo è monitorare i pazienti in trattamento… cosa che, purtroppo, nessuno qui ha mai fatto.
Il servizio si chiude con Sandro Biviano in croce dopo il no ufficiale… e dopo un tuffo nella scienza vera torniamo tutti alla triste realtà italiana.
Sotto il link del servizio… per ridere, sperare e infine rattristarsi.
Buona visione!!!

Di Elisa Vavassori.

Guarda il servizio su www.video.mediaset.it

16 Ottobre 2013

Letto 2751 volte Ultima modifica il Venerdì, 03 Giugno 2016 09:17
Super user

Ultimi da Super user

Nessuna connessione internet